Heroes da stasera su Italia 1 ore 20.30…

Salve ragazzi, da alcuni mesi noi italiani abbiamo assistito alla più grande campagnia pubblicitaria mai fatta per un telefilm statunitense: Heroes…

Forse vi sarete chiesti che cos’è, di che parla, chi sono i protagonisti, ed io per rispondere alle vostre probabili domande, vi ho trovato su internet una scheda semplicemente perfetta su questo telefilm sorprendente, amato da pubblico e critica in oltre 60 paesi del mondo…

Ecco a voi la scheda di Heores presa da WIKIPEDIA:

Heroes

Heroes è un serie televisiva di fantascienza statunitense, trasmessa per la prima volta sul canale televisivo NBC il 25 settembre 2006.

A distanza di poche settimane dal primo episodio, la serie è diventata oggetto di culto: il primo episodio ha immediatamente registrato il punteggio più alto di share per la fascia serale nell’ultimo quinquennio dell’emittente.

Il programma è stata ideato, scritto e prodotto da Tim Kring, in passato già autore dell’analogo telefilm Misfits of the Science e di Crossing Jordan, ed annovera tra gli autori anche Jeph Loeb (che ha lavorato su Smallville, Lost e diversi fumetti della Marvel Comics e DC Comics).

Trama

È la storia di come alcuni individui sparsi per il mondo si scoprano piano piano dotati di eccezionali abilità nettamente al di sopra delle normali capacità umane; capiscono, in altre parole, di possedere dei veri e propri super-poteri. Negli ambienti scientifici, il Prof. Suresh, biologo indiano specializzato in genetica, da molto tempo è dedito a studi che possano confermare la sua teoria, secondo la quale nell’evoluzione umana, ai giorni nostri, si siano già verificati molti casi di progressione del DNA dovuta alla selezione naturale in molti individui, avvertibili tramite manifestazioni di nuove capacità.

Il figlio del professore, Mohinder, insegnante di scienze, è il solo a sostenere la causa del padre, e un brutto giorno apprende che costui è stato purtroppo ucciso da un misterioso assassino. Mohinder ricorda che nell’ultima volta in cui lo vide, il padre gli raccontò di avere ormai trovato il suo “Paziente numero zero”, ovvero il primo soggetto nel mondo a possedere facoltà eccezionali, il quale aveva forse accettato di sottoporsi ad analisi ed esperimenti. Convinto che il paziente sia l’assassino, e mosso dal senso di rivalsa, Mohinder parte per gli States, dove risiedeva il padre, deciso a portarne a termine gli studi. Nel frattempo, scopriamo che le teorie del professore non erano affatto fasulle: alcuni individui sparsi per il mondo dimostrano davvero di possedere capacità incredibili più o meno latenti. Ognuno di loro convive con queste facoltà in modo diverso, c’è chi tenta di ignorarle per continuare a seguire la propria vita e chi invece ne vorrebbe fare pura e completa virtù per cambiare la propria esistenza. Tutti, però, a loro insaputa, sono da tempo nelle mire di un’entità misteriosa che trama nell’ombra alle loro spalle. Tutti sono collegati tra di loro da una catena narrativa ed esistenziale, e presto si scopriranno inevitabilmente destinati ad incontrarsi per salvare il mondo.

Poteri e abilità dei personaggi

  • Hiro Nakamura: Un impiegato di Tokyo amante di Star Trek, degli X-Men ed in generale di telefilm, fumetti, super-eroi, e degli USA.
Abilità: Manipolare il continuum spazio-tempo
  • Ando Masahashi: Collega e amico di Hiro, sarà il compagno di viaggio della sua avventura.
  • Mohinder Suresh: Il figlio del professore assassinato, si reca a New York dall’India perché fermamente convinto delle teorie di suo padre. Vuole vendicarlo e per questo indaga su un individuo chiamato Sylar, che egli ritiene essere quello che il padre chiamava il “Paziente Numero Zero”, il primo ed ultimo individuo che avesse mai analizzato e che lo stava perseguitando da tempo. Nella puntata 16 tuttavia ammette che la vendetta è qualcosa che non fa per lui, ignaro di stare parlando proprio a Sylar, presentatosi a lui sotto mentite spoglie.
  • Gabriel Gray alias Sylar: All’inizio, di lui si sa solo che è stato in forti rapporti con il Prof. Suresh prima che costui morisse, e che sia il primo sospettato di molti efferati omicidi, non ultimo quello del professore stesso.
Abilità: Comprensione di qualsiasi sistema complesso, asporta i cervelli di altri “mutanti” per acquisirne i poteri
  • Peter Petrelli: Un giovane Newyorchese dal temperamento mite che per lavoro assiste gli anziani e crede di poter, prima o poi, riuscire a volare come fa nei suoi ricorrenti sogni.
Abilità: Replica e assorbe i poteri degli “Heroes” che incontra.
  • Nathan Petrelli: Candidato al Congresso di New York e, si prevede, futuro presidente degli Stati Uniti. Fratello di Peter scopre la sua abilità in un incidente di auto dove rimane illeso mentre sua moglie resta paralizzata. Si scopre essere il padre biologico di Claire Bennet.
Abilità: Volo
  • Claire Bennet: Una giovane studentessa Texana, cheerleader nella sua scuola, che vive presso una famiglia adottiva e spera di poter conoscere i suoi veri genitori. Ad eccezione dello “sfigato della scuola”, nessuno ha mai saputo dei suoi poteri, che nasconde per il timore della rinuncia ad una vita normale. La prima metà delle puntate della prima stagione è incentrata su di lei: «Save the cheerleader, save the world!».
Abilità: Rigenerazione cellulare
  • Mr. Bennet: Conosciuto anche come HRG, acronimo di “Horned Rimmled Glasses”, ovvero un personaggio misterioso (contraddistinto appunto dalla montatura dei suoi occhiali) che nell’ombra segue pedissequamente le vicende di tutti gli individui geneticamente avanzati, sotto la copertura della Primatech Paper Company; è il padre adottivo di Claire.
  • Niki Sanders: Una bella e giovane madre, rimasta sola a Las Vegas con l’intelligente figlioletto Micah, che non sa come “tirare a campare” ed è braccata dalla mafia alla quale deve molti soldi.
Abilità: Ospita una seconda personalità, dalla forza sovrumana e dal comportamento violento, di nome Jessica.
  • Mr. Linderman: Proprietario di un casinò di Las Vegas e mercenario è in trattativa con molti personaggi come Niki/Jessica, Nathan Petrelli, Mr. Bennet. Con la sua abilità curerà il problema della moglie di Nathan Petrelli
Abilità: Cura
  • Isaac Mendez: Un illustratore eroinomane che ritiene di poter dipingere scenari precognitivi sotto l’effetto della droga. Più avanti riuscirà a liberarsi di questa dipendenza mantenendo tuttavia il suo potere.
Abilità: Preveggenza
  • Matt Parkman: Poliziotto senza futuro, non riesce infatti a superare il test per aumentare di grado. Da quando scopre i suoi poteri sembra poterli utilizzare sia per i suoi problemi matrimoniali che per il suo lavoro, ma presto verrà sospeso dalla polizia e il suo unico riferimento sarà quello di aiutare gli altri come lui.
Abilità: Legge il pensiero
  • DL Sanders: Marito di Niki è considerato un ex evaso fino a che Jessica (l’alter ego della moglie) non sistema le cose.
Abilità: Può attraversare i corpi solidi
  • Molly: Bambina salvata da Matt Parkman (che considera il suo eroe) quando Sylar uccide i suoi genitori. Lei ha una grave malattia che viene curata da Mohinder Suresh.
Abilità: Può localizzare ogni persona solamente pensandola [c’è solo una persona a cui non può pensare perché, spiega, lui può vederla, ma non sappiamo di chi si tratta]
  • Micah Sanders: Figlio di Niki/Jessica e DL. È un bambino cauto e intelligente che verrà ‘usato’ per la sua abilità innata.
Abilità: Sa comunicare con ogni tipo di macchina e può comandarle a suo piacere.
  • Meredith Gordon: Madre biologica di Claire Bennet. Si credeva morta in un incendio, assieme alla figlia, ma Claire riesce a trovarla e le due sembrano in pace tra loro. Si scoprirà che la donna è interessata solo ai soldi del padre biologico (Nathan Petrelli) e non alla figlia ritrovata.
Abilità: Può creare e manipolare il fuoco.

Episodi

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 23 2006 – 2007 2007

La prima stagione è composta da 23 episodi: il primo episodio è andato in onda la prima volta in USA il 25 settembre 2006 sul canale NBC.

In Italia i diritti sono stati acquisiti da Mediaset, che inizierà a trasmettere gli episodi su Italia 1 dal prossimo 2 settembre 2007.

La seconda stagione della serie è stata annunciata per settembre 2007 sempre sulla NBC e sarà composta da 24 episodi più uno spin-off, una mini-serie di sei episodi chiamata Heroes Origins, che andrà in onda durante le pause della serie principale e sarà composta da storie autoconclusive in ognuna delle quali verrà presentato un nuovo personaggio e da una serie pubblicata su internet dal titolo Heroes inside. I telespettatori potranno poi votare per decidere se inserirlo o meno nella stagione successiva.

Sul sito ufficiale della NBC è stato possibile, per i residenti in Italia, seguire via streaming gli episodi trasmessi, in modo legale e gratuito, fino a che i diritti non sono stati venduti per la trasmissioni in Italia.

Stranezze

Il Simbolo

Fin dal primo episodio, uno strano simbolo appare numerose volte nel corso della storia: assomiglia ad una lettera “f” più elaborata, ma le discussioni su internet ritengono che si tratti con tutta probabilità di un’elica di RNA. Il simbolo non sembra seguire nessuna logica narrativa, perché tutti i personaggi buoni o cattivi prima o poi vi si imbattono senza alcun criterio di collegamento: compare ad esempio sul computer del padre di Mohinder, nei quadri che dipinge Isaac, Claire lo ha disegnato su un libro di scuola e Peter scarabocchiando su un foglio, Sylar lo ha composto con del nylon in una piscina, appare come tatuato sulla scapola destra di Niki quando essa libera il suo alter-ego ed anche l’haitiano indossa un ciondolo della stessa forma. Il simbolo compare anche sulla spada di Hiro, e presenta una certa somiglianza con i kanji giapponesi say-yo’, ovvero «colui che possiede un dono di Dio». Tuttavia, il senso di questo elemento comune è ancora un mistero.

L’eclissi

Nel primo episodio si verifica un’eclisse solare alla quale tutti i personaggi della serie assistono nelle diverse zone del mondo; l’eclissi era stata preventivamente dipinta da Isaac ed è anche parte del logo del telefilm: questi dettagli lasciano pensare che l’evento abbia una certa importanza nell’economia della storia, anche se non sono ancora stati forniti approfondimenti importanti a riguardo. Nella prima parte del capitolo due “Generazioni”, Hiro si teletrasporta nel passato, nel 1600, e lì assiste ad un’eclisse.

Citazioni

Una delle trovate più divertenti della serie riguarda il riferimento a se stessa in numerosi elementi sparsi qua e là per le scene. Nei primi due episodi, un fumetto chiamato 9th Wonders viene pubblicato da Isaac ed è praticamente la storia stessa del telefilm sviluppata parallelamente al suo corso. Nel primo episodio, Micah lo sta leggendo a scuola, ed in copertina compare un eroe di spalle (presuribilmente Hiro) mentre affronta un mostro di nome Uluru dall’aspetto roccioso. Uluru è in effetti il nome di una montagna rocciosa, Ayers Rock, nel nord dell’Australia. La cosa strana è che lo stesso disegno di Uluru compare anche come screen saver sul computer di Hiro. Lo stesso Hiro sarà successivamente protagonista del fumetto!

Un altro esempio di autocitazione è l’indirizzo del sito internet di Niki, cioè http://lasvegasniki.com, che in realtà conduce ad un sito dedicato alla serie.

Inoltre le citazioni vengono estese anche ad altri telefilm in onda sulla stessa emittente: nella quarta puntata, alcuni protagonisti finiscono al Montecito’s Casinò, dove è ambientata un’altra serie della NBC, chiamata proprio Las Vegas. Nella puntata numero 16, una delle più spettacolari in termini di computer graphic e super-poteri, è palese la citazione al film Matrix dei fratelli Wachowsky nella scena in cui Peter ferma dei proiettili sparati su di lui. Da non scordare il nome di uno dei personaggi, HIRO, che appare chiaramente un nome-simbolo. Non a caso la pronuncia di “hiro” è la stessa del termine inglese “hero”, eroe appunto. Nei fumetti che si trovano nel sito ufficiale del serial, si scopre che il nome è stato dato in memoria della morte del nonno ad HIROshima, a causa di una bomba nucleare (collegamento alla missione cui sono implicati i protagonisti del serial).

Nel primo episodio, nel taxi guidato da Mohinder, Mr. Bennett sostiene che Suresh possa essere un cognome molto diffuso in India, come Smith o Anderson negli Stati Uniti. Smith e Anderson sono gli unici cognomi della saga di Matrix.

Nel quarto episodio, quando Hiro e il suo amico Ando sono a Las Vegas e incominciano a giocare e vincere, gli autori si ispirano al film Rain Man, in particolare viene ripetuta esattamente la scena nella quale i due protagonisti Tom Cruise e Dustin Hoffman scendono dalla scala mobile vestiti in abito grigio dopo aver vinto un sacco di soldi ai tavoli da gioco, Hiro che fa la parte dell’autistico è dietro come Dustin Hoffman stava dietro a Tom Cruise, ovviamente la scena in Heroes ha un risvolto comico, classico con il personaggio goffo e bizzarro di Hiro…

Camei di fumettisti famosi

Nella puntata numero 16 (Unexpected) si assiste al gustoso cameo di Stan Lee, celebre creatore di famosi supereroi come l’Uomo Ragno, gli X-Men, Hulk, Devil e molti altri di casa Marvel. Stan “the Man” appare nella puntata per pochi secondi, in veste di conducente di autobus. Hiro ha appena deciso di partire da solo, salutando il suo amico e compagno. L’autobus arriva, si aprono le porte, e Stan chiede al giapponese se viaggia solo. Hiro risponde «Sì»”, e sale.

Nella puntata 18 (Like Any Parasite) gli agenti dell’FBI sono chiamati Alonso e Quesada, in riferimento ad Axel Alonso e Joe Quesada della Marvel Comics.

Nella puntata 22 (Landslide) l’artigiano riparatore di spade porta il nome di Claremont, come Chris Claremont, il celebre scrittore di fumetti, noto soprattutto per le sceneggiature degli X-Men sui quali lavora dal 1975 (con delle pause anche lunghe).

I fumetti on line

Ogni volta che un episodio viene trasmesso, sul sito ufficiale viene pubblicato un webcomic, cioè un fumetto on-line realizzato dalla Aspen Comics che si ispira all’episodio o alla serie in generale. In più, ognuno di questi fumetti contiene un easter egg e l’accesso alla sezione non ha vincoli di regione in termini di diritti televisivi.

Numero Titolo Storia Disegni Easter Egg
1 Monsters Aron Coleite Michael Turner e Koi Turnbull Schizzi in lavorazione di The Crane
E’ un breve riepilogo del triangolo fra Mohinder, suo padre e HRG.
2 The Crane Aron Coleite Micah Gunnell Schizzi in lavorazione di Trial By Fire
E’ il seguito del secondo episodio: Hiro, dopo essere tornato a Tokyo, non può fare a meno di ripensare alla bomba atomica di Hiroshima, e si viene a sapere che il suo nome gli è stato dal padre proprio in memoria di quella tragedia. Sentendosi in dovere di compiere un sacrificio, fabbrica uccelli di carta con il primo numero di Action Comics dove compare Superman (cimelio molto prezioso) e con essi adorna un monumento ai caduti in un parco della città.
3 Trial By Fire Chuck Kim Marcus To Video della campagna elettorale di Nathan Petrelli
Nathan si cimenta nel salvataggio di una donna da un palazzo in fiamme grazie al volo. Curiosamente la donna voleva votare il suo opponente politico alle elezioni.
4 Aftermath Joe Pokaski Micah Gunnell La pagina di MySpace di Claire Bennet
Seguito del quarto episodio. Claire salva il compagno Brody dall’auto in fiamme e vuole tornare ad una vita normale il prima possibile, ma Brody sembra aver scoperto il suo segreto.
5 Snapshots Joe Pokaski Marcus To Il sito della Nissan Versa
Come D.L. Hawnkins, dichiaratosi innocente, sia evaso di galera dopo l’arresto, intenzionato a rivedere Micah e Niki.
6 Stolen Time Joe Pokaski Marcus To Disegno premonitore su Peter
E’ un flashback dedicato al giorno in cui Niki rubò i soldi del signor Linderman dopo aver ucciso tutta la banda di D.L.
7 Control Oliver Grigsby Micah Gunnell Disegno premonitore su Sylar
Seguito del settimo episodio. Mentre ripensa ai recenti fatti riguardanti il suo matrimonio, Matt ferma un rapinatore in fuga su un’auto sportiva.
8 Isaac’s First Time Aron Coleite Micah Gunnell Disegno premonitore su Hiro e Ando
Seguito dell’ottavo episodio. Isaac racconta ad Eden della prima occasione in cui si manifestò il suo potere.
9 Life Before Eden Pierluigi Cothran Marcus To Foto di Hayden Panettiere e Milo Ventimiglia sul set del nono episodio
Narra delle infelici origini di Eden e di quando si manifestò il suo potere per la prima volta.
10 Turning Point Christopher Zatta Micah Gunnell e Marcus To Foto di Clea DuVall e Greg Grunberg sul set
Una storia di Audrey (agente FBI collega di Matt) intenta a dare la caccia a Sylar.
11 Fathers e Daughters Andrew Chambliss Travis Kotzebue e Micah Gunnell Disegno di un uomo in fiamme
Mr. Bennet (HRG) visita il padre di Eden per comunicargli della morte di sua figlia.
12 Super-Heroics Harrison Wilcox Micah Gunnell Foto di Milo Ventimiglia (Peter) sul set
Peter continua con le sue visioni mentre giace in coma.
13 Wireless Pt. 1 Aron Coleite Micah Gunnell e Phil Jimenez (Guest) Foto di Hayden Panettiere (Claire) e Milo Ventimiglia (Peter) sul set
Introduce un nuovo personaggio, Hana Gitelman
14 Wireless Pt. 2 Aron Coleite e Joe Pokaski Micah Gunnell Foto di Adrian Pasdar (Nathan) e Milo Ventimiglia (Peter) sul set
Mr. Bennet/HRG assume Hana nella sua organizzazione.
15 Wireless Pt. 3 Aron Coleite e Joe Pokaski Micah Gunnell
Hana compie la sua prima missione.
16 Wireless Pt. 4 Aron Coleite e Joe Pokaski Micah Gunnell Foto del cast alla premiazione dei Golden Globes
Hana scopre una terribile verità e prende una decisione importante.
17 How Do You Stop an Exploding Man Pt. 1 Jesse Alexander e Aron Eli Coleite Travis Kotzebue
Ted Sprague in Montana alla ricerca della verità.
18 How Do You Stop an Exploding Man Pt.2 Jesse Alexander e Aron Eli Coleite Travis Kotzebue
Ted Sprague incontra qualcuno che vuole aiutarlo.
19 Bully Chuck Kim Micah Gunnell Foto di Masi Oka sul set.
Micah a scuola affronta alcuni bulli che insultano sua mamma.
20 Road Kill Joe Pokaski Jason Badower Foto di Jack Coleman sul set.
Ripercorre l’operare di Sylar dalla sua fuga sino all’incontro con Zane Taylor nell’episodio 15
21 The Path of the Righteous 2007-02-20 Aron Coleite Staz Johnson
Hana abbandona Matt e Ted e sceglie un nuovo percorso da seguire.
22 Hell’s Angel 2007-02-27 Jesse Alexander Michael Gaydos Foto di Greg Grunberg sul set.
Racconta del salvataggio di Claire avvenuto 14 anni prima.

Hiro ed il suo Blog

Uno dei personaggi, il giapponese Hiro, è stato creato sul modello degli Otaku; nel suo modo di parlare e gesticolare, richiama lo stereotipo del quattrocchi timido ed impacciato che appare spesso negli anime. Nella prima puntata Hiro spiega il funzionamento della curva temporale basandosi su un’avventura[citazione necessaria] di Kitty Pryde degli X-Men e su Spock di Star Trek. Nella decima puntata, dopo aver parlato con sé stesso nel passato, esclama “Grande Giove!”, ovvero il motto di Doc in Ritorno al Futuro. Nella quarta puntata, per convincerlo ad usare i suoi poteri barando al casinò, Ando gli ricorda che anche Peter Parker è costretto a vendere le foto dell’Uomo Ragno al Daily Bugle, e così via. Le circostanze e gli abiti con cui appare al termine della quarta puntata, inoltre, ricordano Trunks di Dragon Ball Z.

La produzione del telefilm ha creato un blog su internet.

Il concetto di viaggio temporale ed alterazione del proprio corso

I viaggi temporali di Hiro aprono di volta in volta numerosi interrogativi sul senso che gli autori della serie vogliono dare a questo fenomeno. Nel decimo episodio, Hiro torna indietro di sei mesi per salvare la vita del suo grande amore Charlie. Costei, che nel presente è rimasta assassinata, potrebbe salvarsi se a questo punto evitasse di compiere le azioni che l’hanno condotta al suo decesso. Ma purtroppo la ragazza confessa ad Hiro di essere prossima alla morte per via di una malattia cerebrale. Questo repentino cambio del proprio destino avviene proprio in conseguenza del tentativo di salvataggio di Hiro. Il ragazzo torna per salvarla quando nel presente è già rimasta uccisa, cosicché al proprio arrivo gli si presenta dinnanzi uno scenario che varia nelle modalità, ma resta inalterato sul proprio fine: lei è comunque destinata a morire in quello stesso giorno. La morale sembra essere chiara: il destino non si può cambiare, nemmeno se si torna indietro nel tempo. Gli spostamenti di Hiro sembrano avere delle influenze e delle ripercussioni sulle linee temporali, ma di fatto apparentemente non avviene nessun cambiamento radicale nel compiersi degli eventi. Nella quinta puntata, dove Hiro viene dal futuro per incontrare Peter, il tempo viene fermato dal giovane giapponese nel momento in cui egli compie il balzo indietro nel passato; Hiro, la cui versione futura è visibilmente in piena padronanza dei suoi poteri, parla di evitare una “rottura” nel continuum spazio-temporale, fenomeno che con tutta probabilità è accaduto o stava per accadere nella decima puntata dove il ragazzo è tornato indietro per salvare Charlie. Un segnale sul fatto che il destino non si possa cambiare sembra arrivare anche dalla questione della cheerleader: una teoria che circola fra gli appassionati sostiene che infatti la cheerleader non sia stata salvata da Peter, in quanto la compagna di Claire, che ha il medesimo ruolo, è rimasta comunque uccisa da Sylar.

Curiosità

  • Nel primo episodio, Claire si ferisce gravemente le dita infilando la mano in un tritarifiuti “In-Sink-Erator”, molto usato nelle cucine statunitensi. La Emerson Electric Company, azienda detentrice del marchio, criticò la scena accusandola di cattiva pubblicità verso il prodotto, e sentendosi parte lesa denunciò la NBC al fine di bloccare la messa in onda delle repliche dell’episodio; all’emittente impose inoltre di evitare in futuro qualsiasi riferimento a qualsiasi altro prodotto dell’azienda. L’episodio in questione è stato nel frattempo modificato.
  • Stando alle indiscrezioni su internet, sembrava che Sean Bean fosse stato aggiunto nel cast per il ruolo di Sylar negli episodi 6 e 7. Gli episodi trasmessi hanno in seguito smentito questa voce di corridoio.
  • L’attore che doveva interpretare Chandra Suresh, ovvero il padre di Mohinder, è stato evidentemente cambiato nel corso della serie. Nelle scene in cui il suo volto compare sul retro di un libro, è stato possibile constatare che inizialmente Chandra era interpretato da un attore non bene identificato che porta un turbante indiano sul capo. Nella versione definitiva, Chandra è interpretato da Eric Avari.

Heroes World Tour

La NBC sta cercando di pruomuovere la serie a livello internazionale, nei paesi in cui non è ancora andata in onda. Per fare ciò diversi membri del cast della serie andranno oltreoceano per promuovere la serie. L’Heroes World Tour partirà il 27 agosto. La NBC per ora non dice chi sarà presente e dove, ma la lista dei membri del cast che parteciperanno è davvero notevole: Santiago Cabrera (Isaac), Jack Coleman (Horn-Rimmed Glasses), Noah Gray-Cabey (Micah), Greg Grunberg (Matt), Ali Larter (Niki), James Kyson Lee (Ando), Masi Oka (Hiro), Hayden Panettiere (Claire), Sendhil Ramamurthy (Mohinder), Zachary Quinto (Sylar), Adrian Pasdar (Nathan), e Milo Ventimiglia (Peter). Le date previste del World Tour sono:

  • 27 agosto: Monaco (Germania), Tokyo
  • 28 agosto: Parigi, Tokyo e New York
  • 29 agosto: Parigi e Hong Kong
  • 30 agosto: Londra
  • 31 agosto E 1° settembre: Londra e Singapore
Annunci

Informazioni su Vale1187

WebSite 4 Tv Shows Addicted

Pubblicato il 2 settembre, 2007 su Heroes, Novità Serie, Tv Shows. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: