Mad Men ogni martedì su Cult di Sky…

Mad Men

Da questa sera, ogni martedì alle ore 23.00 con due episodi, il canale satellitare Cult propone la prima stagione (13 episodi) della nuova serie Mad Men, produzione @radical.media e Lionsgate Television ambientata nel mondo dei pubblicitari newyorkesi degli anni 1960 ed ideata dal creatore de I Soprano Matthew Weiner, nonchè vincitrice di due Golden Globe 2008. La serie è in onda negli Stati Uniti dal luglio 2007 sul canale cavo AMC.
Di seguito, il comunicato stampa di Cult che presenta il telefilm e tutti i protagonisti.

MAD MEN

“Non importa chi sei, cosa vuoi o quali siano i tuoi valori.
L’unica cosa che conta è come ti vendi”.

La serie vincitrice di due Golden Globe 2008 in prima visione assoluta in Italia

In onda su Cult ogni martedì con doppio appuntamento alle 23.00 e alle 24.00
a partire dal 18 marzo 2008

MAD MEN, la serie vincitrice di 2 Golden Globe 2008 (miglior serie drammatica e migliore interprete Jon Hamm), va in onda su Cult (canale 142 di SKY) in prima visione assoluta in Italia ogni martedì con doppio appuntamento alle 23:00 e alle 24:00 a partire dal 18 marzo.
La storia, ideata dall’autore e produttore de I Soprano Matthew Weiner, è ambientata nella New York degli anni ‘60: gli anni del boom economico, del capitalismo trionfante e dunque del nascente consumismo, quando la pubblicità è nella sua età dell’oro.
I protagonisti sono proprio i Mad Men, i creativi di Madison Avenue a New York, il centro nevralgico della pubblicità dell’epoca. Le menti ciniche, creative e politicamente scorrette da cui è nata la pubblicità americana.
In un ambiente in cui a dettare legge sono la manipolazione personale e professionale e in un mondo in cui l’etica, gli ambienti senza fumo, la sanzione delle molestie sessuali e il rispetto della diversità etnica sono lontani a venire, la serie segue le vicende dei pubblicitari della Sterling Cooper, prestigiosa agenzia pubblicitaria newyorkese.
Primo tra tutti il direttore creativo Don Draper (Jon Hamm, The Unit, A proposito di Brian), il ritratto del perfetto uomo di successo dell’epoca, il cui unico obiettivo è essere vincente in un ambiente di lavoro competitivo e impietoso. Un personaggio che sorprende il pubblico per la sua ambiguità, doppiogiochista nella vita sentimentale eppure capace di affascinare, inarrestabile sul lavoro ma fermo nel non scendere troppo in basso nei giochi di potere tipici dei grandi uffici.
La stessa ambiguità, affascinante e avvincente, caratterizza tutti i personaggi del cast, da Peggy (Elisabeth Moss, la figlia Zoey del presidente Bartlet in The West Wing) l’ingenua segretaria di Don che appena assunta appare un pesce fuor d’acqua, ma che non tarda ad adeguarsi alla morale che il nuovo ambiente di lavoro le impone, ai colleghi di Draper – tra i quali Pete (Vincent Kartheiser, il giovane Connor in Angel) – fragili e insicuri per mancanza di esperienza e di capacità sul lavoro ma proprio per questo disposti a tutto pur di affermarsi.

Mad Men guarda alla società americana degli anni ‘60 senza filtri nostalgici, con uno sguardo sincero e disinibito: tra nuvole di fumo di sigaretta e superalcolici, uomini e donne si muovono in un’atmosfera satura di maschilismo, corruzione e malizia, discriminazioni sessuali e razziali, ma soprattutto di sfrenata competizione.
Oltre alle vicende umane dei protagonisti, la serie racconta dunque la nascita di un’era di profondi cambiamenti. Le donne cominciano ad essere indipendenti e a vivere la sfera sessuale in modo libero e consapevole scontrandosi però con la concezione tradizionalista della famiglia e l’incapacità della società di adeguarsi all’evoluzione dei costumi.
La serie raffigura quindi con grande realismo i ruoli maschili e femminili dell’epoca, esplorando la vera natura umana nascosta dietro i tradizionali valori familiari degli anni ‘60.
“Credo che Mad Men ritragga in modo vero quel periodo” ha affermato l’autore Matthew Weiner “ma la cosa davvero straordinaria è che se si tolgono, le sale riunioni piene di fumo e i cappelli di feltro degli uomini o gli abiti attillati delle donne, i personaggi sono ancora estremamente contemporanei”.
Dialoghi serrati, fotografia raffinata, ricostruzione storica curata in ogni minimo dettaglio (costumi, trucco, scene e musica) fanno di questa serie un nuovo imperdibile appuntamento, in esclusiva in Italia su Cult.

I PROTAGONISTI

Don Draper (Jon Hamm)
E’ il direttore creativo della Sterling Cooper Advertising Agency. Si dà da fare per essere sempre al passo con i tempi in continuo mutamento. Deve difendersi dai giovani colleghi pronti a sfruttare ogni minima occasione per “tagliarlo fuori” ed è sempre alle prese con una movimentata vita personale.
Don ha alle spalle un passato oscuro che fa di tutto per tenere nascosto.

Peggy (Elisabeth Moss)
Nuova agli intrighi dell’agenzia, è l’ultima arrivata nella squadra della segreteria in veste di assistente di Don Draper. L’ingenuità di Peggy e la volontà di imparare tutto sul suo nuovo lavoro potrebbero creare più problemi di quanto lei stessa sia in grado di gestire. Ma come tutti alla Sterling Cooper, Peggy è ambiziosa e determinata a fare carriera all’interno dell’agenzia.

Pete (Vincent Kartheiser)
Ambizioso e sconsiderato, è il giovane account executive che pur di arrivare saboterebbe senza tanti problemi i suoi colleghi. Proviene da una famiglia molto potente ma ha qualche difficoltà a dimostrare al padre che il suo è un lavoro rispettabile.

Joan (Christina Hendricks)
È la capo segreteria della Sterling Cooper. E’ ben inserita nei giochi di potere e non teme di prendere scorciatoie per arrivare al successo. E’ lei a fare da mentore a Peggy. Il primo consiglio che dà alla giovane segretaria per fare successo nell’agenzia è quello di essere per il suo capo più di una semplice segretaria, così come fa lei nei suoi incontri segreti con Roger Sterling.Roger Sterling (John Slattery)
Il socio freddo e compassato. È stato suo padre a fondare l’agenzia. Con la sua cinica energia Roger rappresenta il pubblicitario navigato. In Don Draper vede un amico fidato in grado di soddisfare anche i clienti più importanti come il politico in rapida ascesa Richard Nixon

Betty (January Jones)
E’ la moglie di Don Draper. Betty è la tipica casalinga, premurosa madre di due figli, che ha rinunciato alla carriera di modella per il matrimonio. Dietro un’apparente tranquillità nasconde una profonda insoddisfazione.

Midge (Rosemarie DeWitt)
Sveglia e ambiziosa illustratrice , Midge è una persona indipendente e forte simile a molte donne che in questo periodo si avvicinano autonomamente ad un mondo del lavoro prevalentemente maschile. Segue solo le sue regole e rifiuta i tradizionali ruoli di moglie e casalinga. E’ l’amante di Don Draper.

Rachel Menken (Maggie Siff)
A capo dei grandi magazzini di famiglia è in cerca di un’agenzia pubblicitaria. Al momento dell’incontro con Don Draper tra i due si scatena immediatamente un rapporto di amore e odio. Ma le cose che hanno professionalmente in comune potrebbero portare a una fusione di reciproci interessi vantaggiosa per tutti.

Salvatore (Bryan Batt)
Di origini italiane è l’Art director della Sterling Cooper. Sta cercando di diventare parte di questa struttura aziendale in cui le minoranze etniche sono praticamente inesistenti. Salvatore è abituato a nascondersi, o quanto meno a mascherare la verità, pur di riuscire ad affermarsi.

Fonte: AntonioGenna

Informazioni su Vale1187

WebSite 4 Tv Shows Addicted

Pubblicato il 18 marzo, 2008 su Mad Men, Novità Serie, Tv Shows. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: